• bg
    MARE

Lorenzo Lotto

Ordina secondo la successione temporale che immagini

Cattedrali, Chiese e Santuari

Ancona - Chiesa di S. Francesco alle Scale

Ancona
Eccellenze dell'arte

Cingoli - Madonna del Rosario, 1539 Lorenzo Lotto

Cingoli
Eccellenze dell'arte

Jesi - Lorenzo Lotto - Deposizione nel Sepolcro, Pinacoteca Civica

Jesi
Opere d'arte

Jesi - Lorenzo Lotto - Visitazione, Pinacoteca Civica

Jesi
Opere d'arte

Jesi - Lorenzo Lotto - Annunciazione, Pinacoteca Civica

Jesi
Opere d'arte

Jesi - Lorenzo Lotto - Pala di Santa Lucia, Pinacoteca Civica

Jesi
Opere d'arte

Loreto - Lorenzo Lotto - Adorazione dei Magi

Loreto
Opere d'arte

Jesi - Lorenzo Lotto - Madonna delle rose, Pinacoteca Civica

Jesi
Opere d'arte

Loreto - Lorenzo Lotto - Battesimo di Cristo

Loreto
Opere d'arte

Loreto - Lorenzo Lotto - Cristo e l’adultera

Loreto
Opere d'arte

Loreto - Lorenzo Lotto - Il Sacrificio di Melchisedec

Loreto
Opere d'arte

Loreto - Lorenzo Lotto - Presentazione al Tempio

Loreto
Opere d'arte

Loreto - Lorenzo Lotto - San Cristoforo, San Rocco, San Sebastiano

Loreto
Eccellenze dell'arte

Mogliano - Lorenzo Lotto - Madonna con Bambino e Santi

Mogliano
Eccellenze dell'arte

Monte San Giusto - Lorenzo Lotto- Crocifissione

Monte San Giusto
Eccellenze dell'arte

Recanati - Lorenzo Lotto - Annunciazione, Museo Civico Villa Colloredo Mels

Recanati
Eccellenze dell'arte

Recanati - Lorenzo Lotto - San Vincenzo Ferrer in gloria, Chiesa di S. Domenico

Recanati
Lorenzo Lotto nelle Marche
Lorenzo Lotto nacque a Venezia intorno al 1480, fu probabilmente allievo del Vivarini; si trasferì giovanissimo a Treviso, dove entrò in rapporto con la cerchia umanistica del vescovo Bernardo De Rossi da Parma. Sentì fortemente l’influenza del Giambellino e già prima di Giorgione si affermò come il più promettente dei giovani artisti veneziani, tanto da essere chiamato nel 1508 a Roma per decorare l’appartamento di Giulio II. Il periodo che va dal 1509 al 1516 presenta larghe zone oscure riguardo agli spostamenti dell’artista veneziano. Il decennio successivo, quello degli anni bergamaschi, costituì senz’altro la fase più felice e creativa del Lotto. Alla fine del 1525 decise, dopo oltre 20 anni di assenza, di ritornare a Venezia dove però l’astro nascente di Tiziano, con la sua pittura sensuale e gioiosa, gli precluse i favori della committenza. Si diresse quindi verso le Marche, dove si ritirò definitivamente e morì oblato nel 1556.

Il Lotto realizzò nelle Marche numerose opere, testimonianza del suo genio e della sua spiccata personalità.

Inserisci il nome del tuo itinerario

Per salvare il tuo itinerario è necessario registrarti o loggarti(se sei giá registrato).

Salvando l'itinerario potrai consultarlo successivamente e potrai utilizzarlo come guida quando inizierai la tua visita nelle Marche