• bg
    MARE

Le Cattedrali delle città d'arte

Ordina secondo la successione temporale che immagini

Cattedrali, Chiese e Santuari

Ancona - Duomo di San Ciriaco

Ancona
Cattedrali, Chiese e Santuari

Pesaro - Cattedrale di Santa Maria Assunta

Pesaro
Cattedrali, Chiese e Santuari

Urbino - Cattedrale di Santa Maria Assunta

Urbino
Cattedrali, Chiese e Santuari

Fabriano - Cattedrale di San Venanzio

Fabriano
Cattedrali, Chiese e Santuari

Ascoli Piceno - Cattedrale di Sant'Emidio

Ascoli Piceno
Cattedrali, Chiese e Santuari

Fermo - Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo

Fermo
Cattedrali, Chiese e Santuari

Fano - Cattedrale di Santa Maria Maggiore

Fano
Cattedrali, Chiese e Santuari

Camerino - Cattedrale di Santa Maria Annunziata

Camerino
Cattedrali, Chiese e Santuari

Senigallia - Cattedrale di San Pietro Apostolo

Senigallia
Cattedrali, Chiese e Santuari

Osimo - Duomo di San Leopardo

Osimo
Cattedrali, Chiese e Santuari

Jesi - Cattedrale di San Settimio

Jesi
Cattedrali, Chiese e Santuari

Macerata - Cattedrale di San Giuliano

Macerata
Cattedrali, Chiese e Santuari

Recanati - Cattedrale di San Flaviano

Recanati
Le Città d'arte delle Marche vantano la presenza di belle Cattedrali, ricche di opere d'arte e di Musei Diocesani tutti da scoprire. Primo fra tutti è il Duomo di Ancona, dedicato a San Ciriaco, una delle chiesi medievali più interessanti d’Italia, in cui lo stile romanico si fonde con quello bizantino. Della cattedrale di Pesaro è sensazionale la presenza di un ampio mosaico pavimentale databile alla metà del VI secolo d.C. Dell’antico Duomo di Fermo ricostruito da Federico II rimane l’imponente facciata romanico-gotica e l’atrio ricco di affreschi del trecento. La cattedrale di Sant’Emidio, poi, patrono di Ascoli e protettore dei terremoti, è da visitare soprattutto per la cripta in cui è conservato il mausoleo con il corpo del santo e il meraviglioso Polittico di Carlo Crivelli.
L'itinerario comprende la visita delle più importanti Cattedrali delle Marche.

Inserisci il nome del tuo itinerario

Per salvare il tuo itinerario è necessario registrarti o loggarti(se sei giá registrato).

Salvando l'itinerario potrai consultarlo successivamente e potrai utilizzarlo come guida quando inizierai la tua visita nelle Marche