• bg
    MARE

Bandiere Arancioni

Ordina secondo la successione temporale che immagini

Località

Acquaviva Picena

Acquaviva Picena
Località

Camerino

Camerino
Località

Corinaldo

Corinaldo
Località

Genga

Genga
Località

Gradara

Gradara
Località

Mercatello sul Metauro

Mercatello sul Metauro
Località

Mondavio

Mondavio
Località

Montecassiano

Montecassiano
Località

Montelupone

Montelupone
Località

Monterubbiano

Monterubbiano
Località

Offagna

Offagna
Località

Ostra

Ostra
Località

Pievebovigliana

Pievebovigliana
Località

Ripatransone

Ripatransone
Località

San Ginesio

San Ginesio
Località

Sarnano

Sarnano
Località

Staffolo

Staffolo
Località

Urbisaglia

Urbisaglia
Località

Visso

Visso
Le Bandiere Arancioni delle Marche
Sul territorio marchigiano sventolano ben 19 Bandiere Arancioni, marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano, ai piccoli comuni dell'entroterra che si distinguono per un'offerta di eccellenza e un'accoglienza di qualità. Tra questi: in collina, oltre ai già citati, Corinaldo, Gradara, Mondavio, Montecassiano, Montelupone, Offagna, Sarnano, San Ginesio e Visso si annoverano Acquaviva Picena, dall’indiscusso fascino medievale, e Camerino, sede dell’Università che occupa l’intero Palazzo Ducale di origine medievale, ricca di opere di scultura e pittura del XIV e XV secolo nei suoi musei e di una straordinaria tela di G. B. Tiepolo nella chiesa di S. Filippo raffigurante l’Apparizione della Madonna a S. Filippo; Monterubbiano, di antiche origini dove si sono rinvenuti reperti paleolitici e neolitici; Ostra, con la sua cinta muraria intercalata da porte imponenti, e Ripatransone, famoso per la sua posizione panoramica con i vigneti che si estendono quasi a perdita d’occhio; Staffolo e Urbisaglia, dove sorge un’imponente rocca risalente al XIV secolo, di indiscusso fascino, nonché sede del Parco archeologico statale della città romana di Urbs Salvia. In montagna, da visitare Genga, di antichissime origini, nota per le Grotte di Frasassi, Mercatello sul Metauro, di grande interesse per le costruzioni antiche conservate con cura, tra cui gli spettacolari edifici sacri, Pievebovigliana, ricca di reperti archeologici risalenti dal IV sec. a.C., e Ostra.

Inserisci il nome del tuo itinerario

Per salvare il tuo itinerario è necessario registrarti o loggarti(se sei giá registrato).

Salvando l'itinerario potrai consultarlo successivamente e potrai utilizzarlo come guida quando inizierai la tua visita nelle Marche